Il Basket Femminile in PMS!

Calarco Martina Calarco Martina Utenti

Le vediamo in campo agguerrite come leonesse, fermarsi e guardare il canestro con il desiderio negli occhi di farcela a tutti i costi. Le giocatrici di basket sono forti, determinate, combattive e, per questi motivi, l'associazione PMS Basketball ha deciso di dare sempre più un grande valore e peso al settore di basket femminile

Abbiamo intervistato Elisabetta Penz, giocatrice A2 delle Akronos Moncalieri, per ispirare ragazzi/e a iniziare (o continuare) questo entusiasmante sport di squadra, e per sottolineare l'importanza del ruolo dei genitori nello sport.

>> A tuo figlio piace il basket? Guarda tutti i corsi PMS!

Come hai iniziato a giocare a basket e perché lo consiglieresti? 

Ho iniziato a giocare a basket a soli 5 anni, mio papà e mio fratello mi hanno trasmesso questa passione. Lo consiglio come sport di squadra perché, come tale, aiuta tantissimo i bambini a socializzare. Realizzano che non sono tutti uguali e che, per questo, bisogna sempre rispettarsi a vicenda. Lo consiglierei inoltre perché si apprendono autorità e disciplina

Il basket ha intaccato la tua femminilità? 

Dipende dall'idea che ognuno di noi ha di femminilità. Giocare a basket non ha intaccato il mio modo di essere donna: in campo ho una presenza molto forte mentre fuori sono molto più tranquilla. Mi piace questa ambivalenza! Mi da più fastidio il fatto di essere considerata "femmina" quando sono in campo

Come sei entrata in PMS ?

Sono entrata in PMS a 15 anni su richiesta del mio allenatore (attuale presidente della Libertas Moncalieri), quando il settore femminile PMS era appena nato e io sono cresciuta con lui. Durante tutto il mio percorso di crescita sportiva ho mantenuto i rapporti all'interno di PMS, una società con alto livello di umanità e trasparente a livello professionale.

>> Vuoi iniziare a giocare a basket? Scopri i corsi PMS!

Ti è mai capitato di dire "basta"? 

Sì, mi è capitato di dirlo, più di una volta! Quello che non mi ha mai fermata, sembra banale dirlo, è stata la passione che mi ha sempre spinta, come un motore che pulsa, e che mi ha fatto andare avanti. Ho messo da parte le difficoltà e mi sono posta un nuovo obiettivo.

Non avrei mai pensato di vivere di basket ma, il mio carattere, mi porta a voler raggiungere a tutti i costi le cose difficili, e così ho fatto. 

Cosa diresti a un atleta di basket più piccola? 

Le direi che ci saranno dei momenti in cui penserà "Chi me lo fa fare?" oppure "Come mai non arrivano i risultati?". Le risponderei di non darsi per vinta, perché non può aspettarsi quello che verrà, cercare di dare sempre il massimo e continuare mettersi in gioco.  

E ai genitori che hanno un figlio che vuole fare basket? 

Sicuramente, dal momento in cui il bambino si appassiona a uno sport, avrà bisogno della tua approvazione e del tuo sostegno. Quando andrai agli allenamenti, proverai un'immensa soddisfazione nel vederlo giocare, crescere all'interno di un gruppo ed elevarsi all'interno della squadra! 

Indossa scarpe comode e...

Scopri tutti i corsi di PMS Basket!

Vuoi essere aggiornato su articoli di tuo interesse?

Scegli i tuoi contenuti preferiti:

Post che potrebbero interessarti

ViviLoSport 2021: il successo della ripartenza

L'associazione PMS Basketball ha deciso di dare un forte valore alla squadra di basket ...

Francesco Esposito Francesco Esposito

Marco Melli: a Parma, la scherma è davvero per tutti.

L'associazione PMS Basketball ha deciso di dare un forte valore alla squadra di basket ...

Francesco Esposito Francesco Esposito

Come diventare Istruttori di Nuoto: Orangogo ti aiuta a scoprirlo

L'associazione PMS Basketball ha deciso di dare un forte valore alla squadra di basket ...

Francesco Esposito Francesco Esposito
61896.js">