Adaptive Academy: lo Sport inclusivo

Presentato il 14/03/2019 presso l'Innovation Center del Grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino, il progetto "Adaptive Academy", già operativo presso "La Mole Sports Academy" di Rivoli e finanziato dalla fondazione MazzolaAndrea de Beni, atleta di CrossFit e coordinatore del progetto, dichiara all'inizio della conferenza:

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di diffondere la cultura dello sport inclusivo, attraverso il sostegno di attività sportive in cui persone con e senza handicap possono condividere lo stesso spazio, nello stesso momento e lo stesso allenatore. 

La moltiplicazione del numero di ore a titolo gratuito in cui una persona con handicap motorio può praticare attività sportiva è uno degli altri obiettivi del progetto. 

Inclusione è stata la parola cardine di tutta la presentazione, non esistono infatti corsi "a parte".


La conferenza si è protratta con l'intervento di Carlo Mazzola, coordinatore del progetto e referente della Fondazione Mazzola. Dichiara che la fondazione si occuperà di coprire economicamente tutti i costi dell'abbonamento al centro sportivo o di una singola attività che la persona con handicap motori vorrà frequentare, e che sosterrà economicamente i costi di formazione dei nuovi istruttori. 

 I benefici che si possono trarre dall'iniziativa sono bidirezionali, sempre Mazzola infatti spiega:

"Abbiamo individuato una serie di strutture che garantiscono un elevato standard qualitativo e in cui è possibile praticare sport inclusivi, con un concreto vantaggio sia per chi vive sulla propria pelle la difficoltà di convivere con un handicap, sia per chi invece l’handicap non ce l’ha e trova nell'esperienza sportiva vissuta a fianco di una persona con disabilità fisica l’elemento motivazionale e ispirazionale in grado di fargli cambiare radicalmente la percezione dello sport e dell’handicap”.

La parola è passata successivamente a Luca Casciello, coordinatore del progetto e referente de La Mole Sports Academy, primo italiano ad avere l'attestato di "Adaptive Coach" nell'ambito del Crossfit. "Adaptive" sono tutti gli sport praticati all'interno della struttura ma...Cosa significa?

 Luca spiega che "Adattare non vuol dire scontare o proporre qualcos'altro" ma, che tutti i movimenti delle varie discipline vengono adattati a seconda delle esigenze di ogni allievo, per mantenere intatti stimoli e intensità specifici di ogni sport.  

La Mole, nello specifico, propone 5 mondi diversi: Strenght Conditioning (Crossfit per ragazzi e adulti..), Arrampicata per adulti e bambini, Equilibrium (Yoga, Ginnastica posturale o in gravidanza) Kombat (Krav MagaKick Boxing per Ragazzi e Adulti, per Bambini) e Dance (Break dance per bambini e ragazzi...). La struttura accoglie chiunque voglia imparare e raggiungere il suoi obiettivi, grazie a personale adatto ad insegnare anche a chi possiede disabilità, con la volontà di formarne di nuovo. 

Le Testimonianze

La conferenza si è conclusa con gli interventi di due testimonial del progetto: Alessandro Ossola, atleta di Snowboard paralimpico e Francesca Fossato atleta di Sitting Volley. Entrambi hanno condiviso le loro storie di vita dalle quali è trapelata tutta la loro forza e una nuova consapevolezza di sè raggiunta anche grazie allo sport.    

Alessandro Ossola: Sport per vivere a pieno !

Alessandro racconta di aver reagito dopo il suo incidente ed essere entrato nel mondo dello sport per continuare a vivere a pieno. "Adaptive Academy" gli regala infatti momenti semplici di incontro e amicizia oltre che ad esperienze sportive varie e formative. L'atleta, dopo aver provato varie discipline, ha dichiarato che quella più "Adaptive" per lui tutt'ora è la  Kick Boxing, nella quale ha trovato la sua maggior valvola di sfogo. La sua riflessione finale su tutti i costi che una persona con disabilità deve affrontare (ad esempio l'acquisto di protesi diverse per ogni tipo di attività sportiva), ha evidenziato l'importanza dei servizi offerti dalla Fondazione Mazzola

Francesca Fossato: Porsi nuovi obiettivi

L'ultima testimonianza è stata quella di Francesca Fossato, fisioterapista presso l'Ospedale Mauriziano di Torino e atleta di Sitting Volley. Dal momento in cui un episodio ha cambiato la sua vita e non le ha più permesso di avere padronanza del suo corpo, ha deciso di porsi nuovi obiettivi. Lo sport è uno di questi. Inizialmente, non potendo utilizzare la protesi, dopo un percorso riabilitativo, ha iniziato a praticare Sitting Volley ovvero la pallavolo seduti per terra. Uno sport, come ha dichiarato Francesca, totalmente inclusivo dove la squadra è formata da due giocatori con disabilità motorie di diverso tipo e 4 normo dotati. Il principio dell'inclusività è ritenuto da lei essenziale, per questo motivo ha deciso di aderire al progetto di "Adaptive Academy" intraprendendo un percorso nel Crossfit. 

La Mole Sports Academy 

L'accademia nasce a Rivoli, l'obiettivo è quello di dare a tutti l'opportunità di fare sport grazie ad un team di professionisti specializzati in molteplici discipline. Insieme alle varie attività proposte da la possibilità di effettuare visite mediche, trattamenti osteopatici e quella di farsi seguire nel proprio regime alimentare. 

Fondazione Mazzola

Nata nel 2018 , ha tra i suoi obiettivi principali l'inclusione sociale delle persone con disabilità per migliorarne la qualità della vita tramite la pratica dell'attività sportiva. Supporta progetti finalizzati allo sviluppo di servizi, prodotti e attività per le persone con disabilità.

Il progetto "Adaptive Academy", nato sul territorio piemontese, ha l’ambizione di estendersi in tutte le regioni italiane. Il primo contatto per i centri interessati è la Fondazione Mazzola, che ha sede a Milano, in via Brera 7. 

e-mail: [email protected] 

sito web: www.fondazionemazzola.it 

telefono 02.89.05.53.68.


   


Vuoi essere aggiornato su articoli di tuo interesse?

Scegli i tuoi contenuti preferiti:

Post che potrebbero interessarti

Orangogo a Zero barriere!

Orangogo invitato da Scubaproject ha partecipato all'evento "Zero barriere" organizzato...

Orangogo Orangogo

Obbligo defibrillatore nelle ASD

Per le ASD vige l'obbligo di avere un defibrillatore grazie al decreto Balduzzi

Orangogo Orangogo

Come fare conoscere la tua A.S.D. o Società Sportiva? 5 idee per te!

5 idee pratiche per allargare la tua base associativa e far conoscere la tua A.S.D. o S...

Orangogo Orangogo